ASSOCIAZIONE CAMPEGGIATORI DI SICILIA

 

 

L’ Associazione Campeggiatori di Sicilia è una associazione di camperisti da poco tempo istituita, ed è formata da persone che amano trascorrere il proprio tempo libero a godere appieno dell’abitare viaggiando. I nostri mezzi ci permettono infatti di viaggiare e nel contempo conoscere luoghi e paesaggi dei quali il turismo tradizionale non usufruisce.

Con la presente relazione, cui hanno partecipato diversi camperisti, speriamo di divulgare la nuova filosofia delle vacanze, una tipologia di turismo tutta da scoprire. A tal proposito di seguito Le facciamo un riassunto di come un nutriti gruppo di nostri associati ed equipaggi di molte altre associazioni ha trascorso la vacanza natalizia e di fine anno.

Giro N° 1) – Il 22 dicembre sono arrivati da più parti d’Italia i primi equipaggi (da Napoli, Vicenza, L’Aquila, Como, Bari, Brescia, Roma, Bergamo, San Marino e da ogni provincia siciliana). Sostando a Catania hanno potuto godere una piccola parte delle bellezze della nostra città.

Giro N° 2) – Il 23 dicembre abbiamo iniziato il giro itinerante alla scoperta di alcune attrattive della nostra regione. Prima tappa è stata la cittadina medievale di Agira dove, nella notte tra il 24 ed il 25 dicembre, è stato rappresentato uno dei più bei presepi viventi d’Italia. La amministrazione comunale e quella provinciale, nella persona dell’Assessore Gagliardi, vice presidente della provincia di Enna, ci ha ospitato in un’area opportunamente attrezzata per i camper, ben servita di acqua potabile, pozzetti di scarico e corrente elettrica, sino a tutto il 26 dicembre, dandoci così la possibilità di visitare vari siti di interesse storico e culturale della zona, primo fra tutti l’aron ebraico in pietra, unico al mondo, le grotte di S.Filippo ed altre bellezze naturali. Particolarmente sentita la manifestazione religiosa della lotta tra il bene ed il male con le danzatrici, tutte ragazze locali ben addestrate, che hanno saputo sbalordire chi non conosceva già la manifestazione stessa.

Giro N° 3) – Nei giorni 27 e 28/12/03 siamo stati ospiti presso il comune di Militello, sistemati nel locale campo sportivo dotato di acqua, scarichi e luce elettrica. Abbiamo ammirato il barocco tipico della Val di Noto ed il bellissimo Museo Diocesano. La sera siamo stati ospiti della amministrazione comunale che ha offerto un rinfresco nei locali della scuola materna e ci ha fatto incontrare un coro di cantori russi che si esibisce spesso per il presidente russo Putin.

Giro N° 4) – Il 29 dicembre la carovana si è trasferita a San Giovanni Galermo, nei pressi della sede dell’associazione in quanto a Catania non esistono né aree attrezzate né posteggi per i camper.

Nel pomeriggio, grazie all’interessamento del Segretario Generale del Comune di Catania dr. Giacalone, potevamo visitare il Palazzo Municipale le cui bellezze architettoniche ed artistiche hanno molto colpito i nostri ospiti tra i quali vorremmo ricordare personaggi illustri quali l’Ing. Raffaele De Sieno di origine senese, nonché dirigenti a livello nazionale di associazioni di camperisti, come il Presidente dell’Assicamp, architetto Pasquale Zaffina di Roma, nonché il Direttore del sito nazionale Turismo Itinerante, Ing. Enzo Novellis. Durante il percorso veniva lanciata l’idea di trasformare l’intera zona degli archi della Marina tale da fare arrivare il mare sin sotto gli archi, per come era in tempi non lontani, lasciando questi come isola perdonale.

Giro N°5) – Il giorno 30 dicembre il gruppo è stato ospitato presso i locali della scuola elementare e medi di Via IV Novembre ad Adrano. La serata è stata rallegrata da musica di vario genere, balli di gruppo e di coppia, giochi vari e cena in comune a base di schiacciate per tutti sino a tarda sera.

Il 3 mattina la Amministrazione comunale ci ha invitati ad assaporare dell’ottimo pane casereccio condito con olio locale. Durante la giornata, mentre le signore si recavano presso i saloni di bellezza locali per preparasse per la serata, gli uomini ed i ragazzi hanno visitato i presepi artistici della cittadina. In serata, sempre in gruppo, ci siamo spostati per dirigerci al locale dove, dopo una cena luculliana, siamo stati rallegrati da musiche, danze e spettacolo di cabaret del trasformista Jessica. La serata è stata davvero divertente e si è protratta sino alle prime luci dell’alba. Alle ore 14.00 del successivo 01 gennaio abbiamo pranzato nello stesso locale a base di piatti tipici della cucina siciliana e di sera, dopo il rientro alla scuola, abbiamo assistito allo spettacolo pirotecnico e musicale che da anni ormai il Comune di Adrano organizza nei pressi del castello normanno illuminato da oltre 40.000 lampadine. La serata si è conclusa con una cena collettiva offerta dal comune di Adrano, a base di panettone e spumante.

Giro N° 6) – Il 2 gennaio abbiamo visto le grotte vulcaniche di Belpasso, uniche al mondo per bellezza e grandezza, che lasciavano gli intervenuti ammirati e senza parole. Successivamente, viste le ottime condizioni del tempo, siamo andati a divertirci sulla splendida neve dell’Etna.

Gito N° 7) – Il 3 gennaio, dopo i doverosi ringraziamenti alla amministrazione di Adrano, ci siamo diretti in carovana verso il piccolo ma accogliente comune di Marianopoli (CL) dove, dopo il rituale del posizionamento dei camper nel piazzale del Calvario, abbiamo trascorso la serata in una pizzeria di proprietà di un giovane molto intraprendente che tiene allo sviluppo del turismo nel suo paese, e dove abbiamo cenato a base di pizza e patatine con bevanda a scelta, il tutto per pochi Euro. Il 4 mattina l’Amministrazione ci ha fatto gustare dell’ottima ricotta che il acciaro andava facendo sotto i nostri occhi, ed ottimo tuma dal sapore squisito. Nel pomeriggio, dopo la visita del museo archeologico e quello etnografico della civiltà contadina locale, in serata abbiamo in piazza partecipato alla legumata con assaggi di vino, formaggi e pane condito.

Il giorno 05, la coppia di Camperisti Mary e Raffaele De Sieno ci ha invitati a festeggiare il 41° anniversario di matrimonio offrendo una particolarissima torta preparata da una nostra amica di Marianopoli, pasticcera emerita. Ai festeggiamenti intervenivano il Sindaco ed alcuni assessori della cittadina. Il Parroco ha benedetto la coppia e la sua omelia è stata particolarmente toccante.

Giro N° 8) – Dopo esserci congedati dagli abitanti di questi accogliente paesino, ci siamo diretti alla volta di Resuttano. Qui abbiamo sistemato i camper nell’ottimo parcheggio messoci a disposizione ed il Sindaco ci ha accompagnati ai locali della scuola offrendo un rinfresco a tutti gli intervenuti. La serata è continuata con uno spettacolo di animazione e magia che ha fatto felici grandi e piccini. Dopo la cena con pizza e tavola calda, sempre gentilmente offerta dalla amministrazione, tutti in pista a ballare sulle note degli anni 60/70.

Il giorno successivo, l’Epifania, è trascorso in parte a visitare la cittadina, passeggiando e facendo spesa. Dopo il pranzo, consumato all’aperto data la giornata splendida, ricca di sole e di tepore, abbiamo trascorso qualche ora in allegria godendo della gioia semplice e spensierata che dà lo stare insieme. Nel pomeriggio abbiamo assistito al presepe vivente, che ci ha elargito emozioni forti e significative in quanto ha saputo ricreare una scenografia davvero suggestiva sullo sfondo delle antiche vie del paese. Al termine, tutti a casa seguendo le strade più dirette per il ritorno, ricchi di nuove aspettative a di attese in un prossimo nuovo incontro.

Noi soci dell’Associazione Campeggiatori di Sicilia vogliamo ringraziare il nostro vulcanico Presidente Franco Catalano che ci ha dato la possibilità di passare due settimane in posti tanto belli e nel contempo vicini. Ci teniamo ancora a sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali su un argomento che a noi camperisti sta molto a cuore, cioè la valorizzazione attraverso la creazione di strutture adeguate delle bellezze della nostra cara isola.

L’Abitar viaggiando, cioè l’uso di veicoli ricreazionali quali il camper, è una realtà in continua espansione e non va sottovalutata. La nostra associazione è molto sensibile al problema e continua (non senza difficoltà) a preferire località siciliane da fare conoscere in tutta la penisola, ma anche da fare riscoprire a molti nostri conterranei. Molti siciliani infatti trascorrono infatti le loro vacanze in luoghi ontani perché scoraggiati dalla disorganizzazione e dalla carenza di strutture che caratterizzano la nostra terra. Noi, nel nostro piccolo, durante le scorse festività abbiamo dato il nostro contributo alla economia siciliana facendo lavorare nostri conterranei. Desideriamo comunque ribadire che per incrementare il turismo itinerante basta molto poco: una presa d’acqua potabile, un pozzetto per lo scarico delle acqua grigie e nere, e, se possibile, un attacco per la luca a 220 Volt ed a bassa potenza per presa (max 400 Watt). Con queste semplici strutture siamo sicuri che l’afflusso di camperisti in Sicilia sarebbe molto maggiore non solo in arrivo dalla penisola ma, soprattutto, dall’intera Europa dove questo fenomeno e estremamente radicato e diffuso.

Camperismo infatti non ha nulla a che vedere con nomadismo, ma significa principalmente amore e rispetto per la natura per un modo di vivere le vacanze in modo semplice a stretto contatto con le realtà che si vanno a scoprire e che nessun’altra forma di turismo permette. I siciliano che hanno viaggiato sanno perfettamente che ciò che stiamo dicendo corrisponde al vero ed hanno spesso provato l’amarezza di sentirsi dire che la nostra isola è bella ma carente di strutture. Catania in special modo è evitata dai camperisti perché manca completamente sia di aree attrezzate comunali con i servizi sopra indicati, ma anche piazzali privati nei quali sostare in piena sicurezza mentre di gira la città.

In conclusione diciamo dunque a chi di dovere di accogliere i nostri suggerimenti perché con poca spesa si farebbe davvero tanto per l’incremento del turismo nella nostra regione.

Il Direttivo ringrazia e spera sempre nel Vostro aiuto.

Cordiali saluti.

 

per vedere le foto clicca qui

 

Inoltre due “ immagini “ che potete liberamente copiare e distribuire citando la fonte

(ing. Raffaele De Sieno)

( clicca sulle foto per ingrandire )